6.3.06

Serendipity

...parola inglese intraducibile che vuol dire essenzialmente trovare quello che non stai cercando (a Roma si chiama culo, francesismo). Questo mese la rivista americana Wired dedica la propria rubrica 'The best' alle dieci migliori scoperte casuali che ho trovato piuttosto divertente.

Di seguito una traduzione frettolosa:
1. Il Viagra: la pillola che ha risolto i problemi di tanti amanti è in realta' un effetto collaterale di una medicina per l'angina osservato dallo studioso gallese Merthyr Tydfil.
2. L'Lsd: il chimico svizzero Albert Hofmann, si fece il primo acido nella storia dell'umanita' quando assaggio l'acido lisergico che stava ricercando come medicina per indurre il parto.
3. I raggi-X: molti ricercatori nel XIX secolo giocavano con i raggi emessi da un fascio di elettroni con cui colpivano oggetti metallici. A scoprire le potenzialità benefiche dei raggi-X fu il tedesco Wilhelm Rontgen, che vide le ossa di una sua mano con cui teneva alcuni di questi oggetti.
4. La penicillina: Fleming trovo' una muffa verdastra sui vetrini che si era dimenticato di pulire - e la muffa aveva ucciso tutti gli strafilococchi sui vetrini!
5. I dolcificanti artificiali: simile storia di scarsa igiene in laboratorio: sono nati da scienziati che non si sono lavati le mani: ciclamato (?) ed aspartame vengono dalla ricerca medica, la saccarina da uno studio sui derivati del catrame.
6. Il forno a microonde: i radar degli alleati durante la 2a guerra mondiale erano azionati da emettitori a microonde. L'ingegner Percy Spencer si ritrovo' in tasca una caramella squagliata dalle microonde emesse da un radar.
7. Il brandy: per caricare più vino dalle navi e conservarlo meglio, nel Medioevo si pensò di eliminare per ebollizione l'acqua contenuta nella preziosa bevanda. Qualcuno durante il tragitto penso' bene di saltare il processo di reidratazione, e naque il brandy.
8. La gomma vulcanizzata: i latinoamericani avevano i propri metodi per evitare che la gomma si rovinasse, ma nel 1839 Charles Goodyear fece accidentalmente cadere un pezzetto di gomma su una stufa calda. Ed ecco la vulcanizzazione
9. Il silicone: lo scienziato James Wright, negli anni '40, cercava un materiale artificiale da usare in guerra quando mischio' acido borico e silicone. L'invenzione non aiuto' a vincere la guerra, ma da allora ha avuto un numero svariato di applicazione
10. Le patatine fritte: il cliente ha sempre ragione; il cuoco George Crum, nel 1853, per accomtentarne uno che si lamentava dello spessore delle patate che gli erano state servite, taglio' una patata a fette sottilissime e le frisse. Non c'e' bisogno di descrivere la reazione del cliente...

L'immagine di questo post e' quasi alla fine, cioe' qui



Si riferisce alla notizia data ieri che riporta che al Papa e' stato dato un Ipod Nano, con tanto di iscrizione dietro 'A Sua Santita' Benedetto XVI'.

Lascio a voi i commenti

3 comments:

Federica said...

Il tema mi pare affascinante, ma nella mia svampitaggine proverbiale o forse romanticismo vi avevo dato tutt'altro significato.

per Serendipity non si intende ad esempio quando uno trova qualcosa o qulcuno a cui stava pensando, magari anche intensamente, ma non necessariamente con l'intento di volerlo trovare.
Di esempi di questo genere ne avrei a iosa.

Con la mia migliore amica ad esempio: la penso e lei mi chiama e viceversa, potremmo non aver bisogno del telefono.
La settimana scorsa, malaugurata festa della donna mi vedo tutte queste pestilenziali mimose intorno e penso: che bello sarebbe un bel mazzo di tulipani. tempo di scendere le scale da via cavour a via urbana e incontro una signora con un fascio di tulipani rossi.

E poi almeno un paio di esempi eclatanti con ex- fidanzati (esclusi i presenti, naturalmente).

Ci si lascia, dopo due giorni vado al cinema con un amico all'eden e mentre attraverso la strada eccolo lì al caffé si piazza cola di rienzo.
Ma il più eclatante la primavera scorsa.
Dopo un incontro emozionante segue altrettanta emozionante discussione, per me definitiva.
Vado a conoscere il neonato di una mia cara collega con quel pensiero in testa, chiamarlo non chiamarlo, tempo di attraversare il ponte dell'isola tiberina e raggiungere il ghetto e quasi ci scontriamo.

Insomma a tutti questi fenomeni alieni avevo dato quel nome lì, adesso scopro che c'entrano le scoperte scientifiche e mi mancano le parole!!!

Sganga said...

Tu vedi troppi film americani che ti fanno male alla salute. E lascia stare gli ex fidanzati, che gia' ne hanno passate abbastanza... ;-)

federica said...

:-)